Horizontal Therapy

Il concetto della HorizontalTherapy si basa sul fatto che le cellule sono per loro natura bioelettriche e biochimiche; esse agiscono combinando entrambi gli stati per produrre differenti effetti, quindi un cambiamento bioelettrico nei tessuti vivi ne ha come conseguenza uno biochimico e viceversa, questo è ottenuto per mezzo di campi elettromagnetici alternati con un raggio di frequenze da 4.000 Hz a 20.000 Hz.

L’applicazione di una corrente di media frequenza tra 4400 Hz e 12000 Hz, con crescita non solo verticale ma anche orizzontale permette la rapida risoluzione di stati dolorosi acuti e cronici, localizzati (contusioni, distorsioni, gonartrosi, artrosi cervicale e lombare) o generalizzati (osteoporosi, artrosi diffusa).

La Horizontal Therapy si basa sulla premessa che ogni cambiamento bioelettrico nei tessuti vivi è strettamente legato a cambiamenti biochimici e viceversa.  

A differenza delle varie forme di elettroterapia tradizionale, la Horizontal Therapy è in grado di combinare simultaneamente tutti i meccanismi di azione, superando orizzontalmente la soglia di stimolazione.

Effetti: permette una maggiore produzione di endorfine  

Indicazioni: contusioni, distorsioni,  esiti di fratture, gonartrosi, artrosi cervicale e lombare, osteoporosi, artrosi diffusa, sindrome di Sudeck,insonnia, versamenti intraarticolari, periartrite, borsiti.