Descrizione immagine

 Anatomia Gomito

Il gomito è formato da 3 ossa: la parte distale (inferiore)
dell'omero, la parte prossimale (superiore) del
radio e dell'ulna.

 

La parte distale dell'omero è chiamata anche ''paletta'' omerale e presenta
una regione centrale, rivestita da cartilagine, che permette a quest'osso di
prendere contatto con il radio e l'ulna.

 

Su entrambi i lati di questa regione si evidenziano 2 sporgenze: all'esterno
l'epicondilo e all'interno l'epitroclea.

 

Queste due prominenze del gomito sono importantissime perché permettono
l'inserzione dei numerosi muscoli che fan muovere non solo l'avambraccio ma
anche il polso e la mano.

 

Per quanto invece riguarda il radio, quest'osso è formato da
una parte più rotonda e grande detta capitello radiale (o
testa) e da una parte più piccola, ristretta detta collo del radio.

 

Il capitello radiale si articola con l'omero, formando
l'articolazione omero-radiale, e con l'ulna a livello
dell'incisura radiale formando l'articolazione radio-ulnare
prossimale
.

 

L'ulna è formata da una parte superiore a forma di uncino
detta incisura trocleare, delimitata anteriormente dalla
coronoide e posteriormente dall'olecrano, entrambe due sporgenze ossee.

 

L'incisura trocleare si rapporta con la troclea dell'omero e forma
l'articolazione omero-ulnare, mentre tra la coronoide e
l'olecrano c'è l'incisura radiale che si rapporta con il capitello del radio a
formare l'articolazione radio-ulnare, già vista in
precedenza.

Le tre articolazioni del gomito menzionate (omero-radiale, omero-ulnare e
radio-ulnare) sono tenute insieme dalla capsula articolare, rafforzata dai due
legamenti collaterali, esterno e interno. Il legamento anulare, invece, circonda
il capitello radiale inserendosi sull'ulna.

 

I muscoli che si inseriscono a livello del gomito e che
permettono i movimenti dell'avambraccio, del polso e della mano sono molti.

 

I muscoli epicondilei, originano dall'epicondilo omerale e
fanno estendere il polso e le dita della mano.

 

I muscoli epitrocleari originano dall'epitroclea e fan
ruotare l'avambraccio oltre che flettere le dita e il polso.

 

Altri muscoli come il bicipite brachiale si inserisce sul
gomito anteriormente e permette la flessione del gomito e la supinazione
dell'avambraccio, mentre il tricipite brachiale si inserisce
sul gomito posteriormente e fa estendere il gomito.

 

Oltre ai muscoli, attraversano il gomito l'arteria brachiale
e il nervo mediano (centralmente), il nervo
radiale
(esternamente) e il nervo ulnare
(internamente).

 

La stabilità del gomito è assicurata da quattro formazioni
anatomiche: la coronoide, l'olecrano, il legamento collaterale interno ed il
legamento collaterale esterno.

Descrizione immagine